Trovarsi a condividere casa con un coinquilino è a volte una scelta obbligata per far quadrare i conti. Spesso però la scelta cade su persone che hanno la stessa età, generalmente studenti universitari che dividono gli appartamenti con altri colleghi.
Avete mai pensato invece di affittare una stanza presso la casa di un anziano e condividere dunque casa con lui/lei? Al di là del risparmio economico, se l'idea vi sembra un po' folle, qui di seguito vi elenchiamo tutti i vantaggi che questa esperienza potrà portarvi.

1. Turnover Basso

Freccia_next
Non sempre i conquilini rimangono gli stessi per tutto il corso di studi. C'è chi cambia facoltà, chi si trasferisce, chi in preda a crisi di malinconia torna a casa dalla fidanzata e vi lascia con un grande vuoto: chi sarà il prossimo compagno di avventura? Un fanatico della doccia? Un amante della techno a tutto volume? Una gattara? Insomma, il rischio di incrociare in casa un coinquilino difficile è altissimo e vi trovereste a dover ricostruire quell'equilibrio che si era tanto faticosamente costruito. Condividendo casa con un anziano non correrete di certo questo pericolo. A meno che voi non siate capitati a casa dell'unico giramondo ottantenne della zona, avrete una sola certezza: la sera ci sarà sempre la stessa persona ad aspettarvi a casa e, se siete fortunati, una buona cena in tavola!

2. Ottimi Pranzi

pranzetto
Le tagliatelle di Nonna Pina insegnano: ognuno di noi, raggiunta la terza età, ha un piatto forte nella manica. E non è sufficiente tramandare la ricetta, quel piatto non verrà mai uguale a chi per anni l'ha cucinato, modificato, migliorato fino a farlo diventare una bomba. Insomma, l'età in cucina conta. Soprattutto se sei uno studente e spesso pranzi con un panino veloce al bar, condividere casa con un anziano potrebbe rivelarsi una scelta preziosa anche per evenutali pranzetti succoluenti preparati con amore da chi spesso si trova a pranzare da solo. Se poi, per il disturbo, ti proponi di rassettare tu la cucina, il gioco è fatto.

3. Imparare i Trucchi del Mestiere

biscotti
Non c'è niente da fare, l'esperienza arriva con gli anni. Se condividete casa con un anziano e siete degli attenti osservatori, potreste imparare trucchi fondamentali non solo per attività pratiche come risparmiare, sistemare gli armadi, sfornare biscotti deliziosi, incastrare al meglio il cibo in frigorifero o riparare una serratura, ma il vostro nuovo anziano coinquilino potrebbe diventare un vero e proprio guru per quanto riguarda... l'arte dell'inganno! Qualche esempio pratico? Come fare a liberarsi di ospiti indesiderati, impietosire i familiari, riconquistare un partner e tanti altri utili trucchetti!

4. Lasciarsi Affascinare dal Passato

passato
Nell'immaginario comune giovani nipoti fanno visita ai nonni e, per essere gentili, si ritrovano ad acoltare per la centomilionesima volta la stessa storia di “quella volta che...”. Beh, se condividete casa con un anziano, di sicuro ogni racconto potrebbe essere risultare nuovo e affascinante per voi. Chiacchierare dei tempi passati con un anziano, poi, non è necessariamente un'opera di bene a senso unico, anzi. Spesso i racconti di persone che hanno vissuto in altri momenti storici sono ricchi di dettagli affascinanti e sconosciuti, che possono davvero incantare chi li ascolta, insegnando anche a rispettare le tradizioni ed a capirne il valore.

Condividere casa con un anziano, insomma, potrebbe rivelarsi una scelta magari alternativa, ma che di sicuro vi arricchirà di quel calore umano che solamente chi è solo ed ha bisogno di affetto può dare.

Sapevate che su Spotahome si possono trovare anche case in condivisione con anziani? Date un'occhiata e buona ricerca!

Qui di seguito alcuni esempi di case da condividere con anziani:

E... sai cosa? Per festeggiare la Giornata Internazionale dei Nonni ti regaliamo il promocode NONNI15